Visualizzazioni totali

mercoledì 25 settembre 2013

Lumache alla molinasca .....Molini di Triora

In uno dei miei tour in giro per l'Italia mi sono imbattuta in questo sperduto , particolare  , folcloristico e pittoresco Comune della Liguria ...Molini di Triora in Provincia di Imperia .  E' un paesino di poche anime arroccato tra le gole dei rilievi liguri ricco di storia e curiosità . Pensate che appena arrivati si trovano cartelli stradali con indicazioni del tipo "attenti alle streghe" .
Si perchè , Triora è il paese delle streghe . Tutto qui ruota intorno alle fantomatiche figure "tetre" che sono le streghe .
Negozietti di souvenir ne decantano le qualità e le potenzialità con ninnoli e gadget di ogni genere e tipologia .
L'atmosfera è davvero particolare e surreale . Passeggiando per le viuzze lastricate e antiche del paese sembra di avvertire quasi la presenza simbolica delle streghe .
Il mese di settembre poi si tinge a festa per la famosa sagra della lumaca .
Piatto caro e tipico come alimentazione proprio delle fattucchiere del luogo ..si racconta !!
Ecco la ricetta :

Ingredienti per circa  4 persone

1 kg. di lumache ben lavate (magari in questo fatevi aiutare da qualche appassionato) ; ½ l. o giù di li  di olio di oliva extravergine , rigorasamente ligure ; 2 panini per la loro mollica ; 1 l. di vino ormeasco (vino rosso fruttato e corposo Doc della Liguria di ponente) ; brodo di carne; ½ testa di aglio; 1 cipolla; sale, pepe, aceto di vino rosso, prezzemolo, alloro, menta selvatica, rosmarino, timo.

vanno lasciate andare in cottura per  circa 3 ore.

Mettere l’olio in una pentola di terracotta e dopo alcuni minuti aggiungere le lumache e i gusti. Far cuocere per circa 20 minuti e quindi ricoprire le lumache con il vino rosso, aggiungere sale e pepe . Far evaporare il vino e ricoprire con il brodo. A cottura ultimata aggiungere la mollica imbevuta di aceto di vino rosso e un trito di menta , prezzemolo, rosmarino , timo e alloro .


Mi rendo conto che la lumaca è un piatto non certo popolare e non gradito a tutti , ma se si viene a Molini di Triora non si può non gustarle ..perchè come le fanno loro non le fa nessuno ....sono stregate !!!


Chiaro poi che i piatti tipici del luogo sono molteplici ..
Non posso non fare un piccolo accenno alla famigerata focaccia ligure .
Qui la fanno meravigliosamente riempita in tutti i modi possibili e immaginabili .
La cuociono in grandi padelle direttamente nei forni a legna e quando la estraggono emana un profumo idiliaco .
Non è raro incontrare,  per le strette stradine ripide tra le case , due o più persone che trasportano queste giganti padelle fumanti che contengono la mitica focaccia ...





Nessun commento:

Posta un commento